www.Studiopavia.it

main image
shadow shadow

Paolo Pavia

Consulente in Diritto, Economia e Tecnica delle Assicurazioni

Dopo gli studi giuridici a Catania, ho acquisito un'approfondita conoscenza del mondo delle imprese per aver lavorato tra il 1978 e il 1983 presso l'Associazione degli Industriali della Provincia di Ragusa (Confindustria). Dal 1984 al 1991 sono stato Agente generale di primarie compagnie di assicurazione (Gruppo Ausonia e Gruppo Generali) ed ho ricoperto incarichi negli organismi direttivi sindacali aziendali e di categoria (S.N.A.) a livello provinciale e regionale. Dal 1991, ottenuta l'iscrizione all'Albo Nazionale dei Mediatori di Assicurazione, ho svolto attività di Broker free lance, prima collaborando con un centro di brokeraggio assicurativo di Verona, poi in prima persona a Roma con il mio "Studio Servizi Assicurativi". Nel 1992 ho aderito all'A.I.B.A., l'Associazione di categoria dei brokers di assicurazione italiani, sottoscrivendone il codice morale di autoregolamentazione. Dal 1995 svolgo la libera professione di Consulente assicurativo - indipendente da qualsiasi compagnia di assicurazione - e di Patrocinatore stragiudiziale a tutela di assicurati e danneggiati nelle controversie inerenti l'infortunistica assicurativa in tutti i rami di assicurazione. Dal 1998 sono iscritto al Ruolo dei Periti e degli Esperti presso la C.C.I.A.A. di Ragusa (Tecnica assicurativa e Liquidazione danni). Nel 1999 sono stato ammesso quale Socio ordinario all'A.N.E.I.S. (Associazione Nazionale Esperti Infortunistica Stradale) ed ho ottenuto la Certificazione FAC (Federazione delle Associazioni per la Certificazione) per l'attività di Patrocinatore stragiudiziale.

  • Consulente assicurativo "puro" e RUI (Registro Unico degli Intermediari di assicurazione e riassicurazione). Riporto testualmente un parere formulato da Assinews su come si configuri l'attività di Consulenza assicurativa "pura" rispetto al Registro Unico degli Intermediari, la cui normativa è entrata in vigore nel febbraio 2007, in abrogazione della precedente disciplina istitutiva degli albi di categoria:

Quesito su "consulenza assicurativa" (11/01/08)
Vi trasmettiamo in allegato quanto inviato alla Spett. ISVAP ed alla Spett. S.N.A. relativamente ad un parere relativo alla "Consulenza Assicurativa".
La richiesta è subordinata ad un quesito sottopostoci da una banca locale che ci vedrebbe in qualità di consulenti per il settore assicurazioni delle operazioni project financing che la stessa banca deve impartire ai propri clienti.
"Esaminando la risposta riportata nell'apposito elenco dei quesiti più frequenti riguardanti il RUI [...] da cd. Spett. Istituto è stato riportato il contenuto dell'art. 106 del codice delle assicurazioni e l'art. 2, lett. d) del regolamento, per i quali 'l'attività di consulenza, se finalizzata alla proposta e/o presentazione di contratti assicurativi e svolta dietro compenso, costituisce attività di intermediazione'.
Orbene, se il "consulente puro", viene remunerato con parcella dal cliente e non con le provvigioni di una compagnia, non svolge alcuna attività di intermediazione.
La prestazione di consulenza si basa su una analisi accurata dei rischi del cliente e delle polizze che il medesimo ha in corso, con seguito di una relazione riguardante gli eventuali miglioramenti di copertura.
Sintetizzati i concetti si richiede se una Agenzia in forma di srl regolarmente iscritta al RUI sez. A, unitamente al legale rappresentante ed ai soci consiglieri delegati può svolgere, nell'ambito delle sue attribuzioni statutarie, anche l'attività di 'pura consulenza assicurativa', così come sopra descritta e seppur in modo marginale rispetto all'oggetto principale dell'attività di intermediazione assicurativa ..."
Assinews risponde:
In passato, l’ISVAP negava che la consulenza assicurativa “pura” (non finalizzata, cioè, all’acquisizione di affari assicurativi) potesse essere svolta da agenti o da broker. Si trattava di una interpretazione, mancando, al riguardo, specifici divieti. La consulenza pura, invece, ben poteva essere svolta – sempre secondo l’Authority – da un qualsiasi libero professionista (avvocato , commercialista, ma anche medico, geometra, farmacista…) Per nostro conto, oggi come allora, la consulenza pura può essere svolta da chiunque e, quindi, anche da agenti e broker.
Onde evitare fraintendimenti, precisiamo che per “consulenza pura” si deve intendere una prestazione professionale basata sull’analisi dei rischi del cliente e/o delle coperture assicurative che questi ha in corso, con/senza indicazione di come modificare e/o integrare le stesse per renderle coerenti alle esigenze del cliente medesimo, ma senza che tale attività sia strumentale all’intermediazione assicurativa.
Ovviamente, i corrispettivi di tale attività vanno fatturati e gravati di IVA 20%.
(da: Assinews.it)

horizontal bar
Professionista di cui alla legge n. 4 del 14 gennaio 2013 - Iscrizione CCIAA di Ragusa del 9 marzo 1998 al N. 54 del Ruolo Periti ed Esperti istituito ai sensi del R.D. 20 settembre 1934 e regolamentato dal D.M. del 29 dicembre 1979. Categoria: Previdenza e Credito
Sub Categorie: Tecnica assicurativa, Liquidazione danni (Incendi, Furti, Rischi automobilistici, Responsabilità civile, Rischi agricoli, Grandine, Bestiame)

Paolo Pavia © 2007-2015 Termini

HomeChi sonoOperativitàServiziEticaUtilitàPartnersNewsContattiLinks